lunedì 21 maggio 2007

GLI "SBANDATI" DI TOPOLO'

l'arte nasce dalle cose semplici..


Ieri si è sposata una delle mie sorelle.. YUK! ad animare la festa già di per sè allegra e fantasiosa in quel piccolo paradiso terrestre in friuli(dove sono nata e cresciuta per 20 anni), si è esibito un gruppo di ragazzi che facevano musica con dei vecchi fusti di metallo, (i bandoni, italianizzando la parola "bandons"in dialetto friulano) perquotendoli con bastoni di legno. Che beeelllooo!!!
mi ha entusiasmata tantissimo la creatività, l'energia e la forza di uno spettacolo del genere, musica che per potenza e ritmi direi di ispirazione MAORI, e ancor più felice sono stata, nel vedere che mio nipote Milo fa parte di quel gruppo!
Si chiamano"LTDT" (les tambours de Topolò) sprizzano energia giovane, determinazione e voglia di esserci. Dategli una sbirciata su internet, sono sicura che sapranno far parlare di sè, sono forti, anche se dal vivo lo sono mooolto di più!!
Incredibile come le cose più belle siano anche le più semplici!

3 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Uuuuuuuuh ma che bello! Auguriiii!!!!

Sai anche a Napoli abbiamo un gruppo del genere: il nome del gruppo è emblematico "Bunghete Banghete"!
Quest'anno erano anche a Sanremo con Daniele Silvestri!

Dona ha detto...

"bunghete banghete?!" fooorte!!! il nome è già un biglietto da visita..non ho visto il festival di Sanremo, ma per me questi ragazzi sono stati davvero una bellissima sorpresa, una piacevole scoperta...e mio nipote Milo..come ci da dentroo!! picchia come un dannato!! :-DD

Scarabocchio ha detto...

Si si, sono bravissimi sti ragazzi... hanno una forza esagerata... una volta a Solopaca, per la sagra dell'uva, assistii ad un "concerto" di "canti popolari da lavoro" e gli strumenti erano... botti!!!
Sì, le botti di legno... quelle per il vino...


Cmq credo che tua sorella abbia fatto un mtrimonio veramente particolare: dai tuoi racconti questo traspare!

Auguri, auguri e ancora auguri!!!