mercoledì 3 febbraio 2010

Mohiuddin "Din" è stato "giustiziato"

Alla fine Din è stato"giustiziato" poco dopo la mezzanotte del 28 dicembre 2010
http://www.freedin.org/freedin.org/Home_Page.html


(nella foto Din e la moglie Hena)
Ammanettato e incapucciato è stato portato al patibolo insieme ad altri 4 ex militari, accusati dello stesso reato..
Din non meritava una fine così, ma se il Presidente in persona e il Primo Ministro lo volevano morto non aveva molto scampo...che sia colpevole o innocente non importa, era solo questione di tempo ma chissà, magari gli è bastato il tempo che ha avuto...
Nel 2000 quando l'ho conosciuto, la condanna pendeva già sulla sua testa, ma ha vissuto libero anche se in modo molto "ritirato" per il tempo necessario per far studiare i figli in America e vederli "partire" per la loro strada...ha fatto in tempo a sapere di avere un nipotino... ha avuto tempo per sapere quante persone lo amano, la moglie, i figli, gli amici e quanti lo ricorderanno in un modo o nell'altro, ma soprattutto ha avuto tempo per portare il suo amore nel mondo e lasciarlo come una preziosa eredità e questo nessuno potrà sopprimerlo.
La verità viene solo dal cuore.

3 commenti:

Elena ha detto...

..................................................................................................................................................................................................................
al posto di un minuto di silenzio

Country Lou ha detto...

Mi dispiace, dopo aver letto il tuo appello, ero andata sul link che avevi messo e avevo firmato implorando pietà per lui...
La pietà è morta.

Luisa

Dona ha detto...

grazie Lou, ma non c'erano molte speranze, quando a volerti morto sono le più alte cariche governative, i processi sono pura formalità...fumo per il popolo..
ma si dovva comunque tentare...
ora "chi è morto giace e chi è vivo si dia pace!"