domenica 12 dicembre 2010

..."tanto per pulire i pennelli"...

Fin da piccola il mio artista preferito era mio padre. Mi piaceva guardarlo mentre dipingeva sul tavolo della cucina, totalmente assorto nella sua immaginazione, con la lingua tra le labbra, mentre calava dall'alto sulla tela il pennello intriso di colore, e come una bacchetta magica faceva comparire una roccia o un cespuglio da una macchia di colore indistinto, con pochi precisi tocchi...
io me ne stavo a dipingere sul pavimento e aspettavo come un cane aspetta l'osso che mi tirasse i suoi tubetti di colore finiti, che io spremevo fino all'ultima goccia per dipingere con i colori dei grandi, i colori ad olio...
Non di rado, dopo aver dipinto un grande quadro, papà ne dipingeva uno più piccolo, dicendo che era "tanto per pulire i pennelli", così non sprecava nulla, anche se in quelli il colore era più diluito e indistinto non erano niente male!
Stranamente di tutti i suoi bellissimi quadri sparpagliati per il mondo a me è rimasto solo uno di quelli "tanto per pulire i pennelli" che ho riesumato dalla soffitta, (qui sotto)....

ovviamente ora è una cosa che faccio anch'io, seppur molto più in piccolo; con quello che costano i colori poi è un peccato sprecarli, così non di rado, finito un lavoro utilizzo gli avanzi per fare qualche altro soggetto...
dopo aver fatto il cavallo marrone su sfondo viola (come da richiesta), mi avanzavano quei quattro colori...giusti giusti per un paio di tramonti! :-)







7 commenti:

Anna ha detto...

Sono senza parole....i due lavori che hai fatto "solo per pulire i pennelli" mi piacciono ancor di più di quello su commissione!!
Sei un'artista con la A maiuscola!

Scarabocchio ha detto...

E meno male che sono lavori per pulire i pennelli... meno maaale!!!
^^

Quanti, in famiglia, come te, hanno ereditato il DNA artistico paterno?

Dona ha detto...

Grazie Anna! :-) peccato che con il vetrificante si sono un po' "spenti" i colori del tramonto, amen!

Scarabocchio, praticamente tutti! Chi più chi meno anche le mie sorelle e mio fratello dipingono, mio fratello soprattutto e mia sorella Giulia che fa la restauratrice e se ci si mette mi supera di un kilometro in quanto a precisione!
...ma oibò dei miei 3 figli nessuno! :-(

Dona ha detto...

sapete ragazze, è bellissimo accorgersi che siate sempre qui, pronte a regalarmi un occhiata o un commento, anche quando latito per mesi.... GRAZIE! SIETE ORO!

Elena ha detto...

Tanto per non sprecare.....
Questa metodologia non mi è nuova!!
Se mi avnza un pezzetto d'argento diventa filo per impernare palline,se mi avanza un po di limatura la conservo per tempi di magra e mandarla a purificare.
E a volte proprio come il tuo papào come te le cose "arrangiate" con i ritagli risultano più piacevoli di altre studiate a lungo....

Elena ha detto...

Tanto per non sprecare.....
Questa metodologia non mi è nuova!!
Se mi avnza un pezzetto d'argento diventa filo per impernare palline,se mi avanza un po di limatura la conservo per tempi di magra e mandarla a purificare.
E a volte proprio come il tuo papào come te le cose "arrangiate" con i ritagli risultano più piacevoli di altre studiate a lungo....

Daniela ha detto...

Tutti i blog che trovo per caso sono i migliori e il tuo è uno di questi! I tuoi lavori sono fantastici e lo sono ancora di più quelli creati per una giusta causa! Hai una mano stupenda.
1 abbraccio
Daniela